Levania - numero zero

Levania nemero 0

 

 

 

 

Presentazione

Indice


Materiale extra

 


Presentazione di Levania - rivista di poesia / numero Zero

 

Benvenuta Levania rivista di poesia!

Atto di nascita del nostro semestrale, l’editoriale ne disegna la forma: luogo di incontro e di dialogo di scritture e poetiche che abbiano pregnanza attuale (esempi di ciò che in Italia e oltre si va elaborando), di attenzione alle aree sfavorite dall’assenza di editoria maggiore o media, di interferenze di linguaggi diversi, come è per l’arte che accoglie la parola o il testo poetico. Ma Levania è anche “la terra vista dalla luna”, spaesamento e struggimento per la distanza dal calore vitale. Per questo la poesia, energia e seme, forza di significazione.

A inaugurare le scritture di questo primo numero è Societas (Florentiae) di Marco Giovenale, poesia che è insieme racconto “erratico” di un luogo e tracce di memoria, ritmicità serrata e vastità della lingua. Il Rito minerario di Letizia Leone si nutre di materia dolorante guardata attraverso una luce abbagliante e rigorosa che la rivela nella sua oscena realtà: è il corpo delle donne, “metallo crudo”, levità della danza, porosità del pensiero. È poesia che si innalza quella di Ugo Piscopo in Crepitii (en philosophe), che si leva dalla immobilità del letto d’ospedale, cui le circostanze costringono, a partire da un grumo fonico-segnico (crepitio appunto) capace di aggregare parole e suoni e sensi. Le Poesie della fame e della sete di Francesco Iannone vivono di una misura piana, fatta di timbri morbidi, che registra il reale in una luce di calma attesa togliendo peso al soggetto. Dentro questa levigatezza pacificata lampeggia sottile l’inquietudine.

Dalle sponde newyorkesi proviene Sea Change, la musica (nuova ad ogni nuovo libro) di Jorie Graham, autrice che ha avuto numerosi riconoscimenti. La poesia si riappropria del suo ruolo politico e civile, reinventa se stessa, la sua capacità metaforica e lessicale per aderire al contenuto scientifico che dice delle estinzioni e dei mutamenti che la natura sopporta. Sea Change, ovvero metamorfosi incombenti.

L’artista è Giuseppe Antonello Leone, che per “Levania” dedica alla luna quattro tavole, in cui le figure condividono lo spazio con le parole.

Per le recensioni, Tripudio e fuga di Ferdinando Grossetti, Troviamo le parole. Lettere 1948/1973 di Ingeborg Bachmann e Paul Celan, precariat 24 acca di Ferdinando Tricarico e Nostra sposa la vita di Pasquale Maffeo.

 


 

Indice

LEVANIA numero zero, marzo 2012

contiene...

Editoriale

La sezione Le scritture, così articolata:

Eugenio Lucrezi per Marco Giovenale, Santificare le feste
Marco Giovenale, Societas (Florentiae). Il primo poeta presentato nel numero inaugurale offre al lettore un saggio di poesia narrativa e di ambiente, fortemente espressiva per sinestesia: lembi di lingua che si protendono e si intrufolano dappertutto.

Marisa Papa Ruggiero per Letizia Leone, Scintille di memoria
Letizia Leone, Rito minerario, da Strigiarum Synagoga. La poetessa di Carte sanitarie esegue uno spartito alchemico teso a mettere a nudo una inquietante stratigrafia del corpo.

Eugenio Lucrezi per Ugo Piscopo, La serie ospedaliera di Ugo Piscopo
Ugo Piscopo, Crepitii (en philosophe). La malattia raccontata in un testo in levare e lieve, che presenta in ostensione egualitaria il body language e il corpo del linguaggio.

Mario Fresa per Francesco Iannone, L’aspro silenzio e il dolce fuoco
Francesco Iannone, da Poesie della fame e della sete. Un giovane autore e il suo approccio docile e innocente alla registrazione degli eventi con il linguaggio della poesia.

Antonella Francini per Jorie Graham, Sea change, la musica nuova di Jorie Graham
Jorie Graham, due poesie da Sea change. Un racconto in versi vasto e articolato in trame capaci di sfidare l’intelligenza e l’immaginazione.

La sezione L’artista, che presenta:

Marco De Gemmis per Giuseppe Antonello Leone, Quattro fogli di G.A.L. per «Levania»
Giuseppe Antonello Leone, tavole. Le geometrie fantastiche, insieme morbide e acuminate, disegnate da un maestro del nostro tempo per augurare a LEVANIA un buon inizio.

L’ultima parte del numero è dedicata a Le recensioni:

Vedi tutti i libri recensiti

Gli autori di questo numero:

Vedi tutti gli autori presenti


 


Aprile 2011 -  per il numero inaugurale di Levania:

Making of Giuseppe Antonello Leone

http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113051gk-is-100.jpglink
http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113053gk-is-100.jpglink
http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113054gk-is-100.jpglink
http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113056gk-is-100.jpglink
http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113057gk-is-100.jpglink
http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113060gk-is-100.jpglink
http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113064gk-is-100.jpglink
http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113065gk-is-100.jpglink
http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113066gk-is-100.jpglink
http://www.levania.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/making-of.240420113068gk-is-100.jpglink
«
»
Loading…

Presentazione Levania alla libreria Guida Port'Alba di Napoli


Enza SilvestriniEugenio Lucrezi   Ugo Piscopo
Copyright Associazione Levania 2013 - All rights reserved.
Invia commenti e suggerimenti a:  levaniapoesia@ gmail.com