Poesie per Levania – 5 – Loriana D’Ari – luglio 2019

Quante le stanze di questa
mia dimora, non avrei
osato immaginare.

È gioia e tremore,
l’esplorazione: non hanno
balaustra, certe scale.

Lo scenario volta a volta
si snoda
ora, qui, altrove,
negli anni trascorsi, a venire.

E chi meglio di me conosce questi luoghi
m’introduce
a paesaggi ignoti,
e coinquilini di cui
non sospettavo l’esistenza.

Ma proprio nello schiudersi di porte da pareti
e finestre cassetti passaggi segreti,
d’un tratto mi strazia quest’unica certezza:
che mai
questa mia vita
conoscerò a fondo,
che mancherà il tempo,
che ce ne andremo via da questo mondo
con solo un vago
sentore del passaggio,
come l’aria si solleva attorno al gesto che ti sfiora appena.

 

NOTA DI LETTURA

Cos’è che rende memorabile una poesia? Riflessione, perturbamento, condivisione. Come accade per questi versi di Loriana D’Ari, guardare il mondo attraverso gli occhi di un altro, uscire dal sé e riscoprire in questo sguardo altrui una maggiore comprensione delle cose, è forse l’esperienza di conoscenza più intensa che si possa vivere. Con un linguaggio concreto ma fortemente evocativo, e un ritmo versificatorio contundente, l’autrice ci accompagna attraverso le numerose stanze, scale, passaggi segreti, finestre di una casa che è soprattutto stratificazione nebbiosa di ricordi in cui tempo e spazio si sovrappongono (“Lo scenario volta a volta / si snoda / ora, qui, altrove, / negli anni trascorsi, a venire”). L’esplorazione, non priva di insidie e imprevisti, conduce alla massima comprensione: “che ce ne andremo via da questo mondo / con solo un vago / sentore del passaggio, / come l’aria si solleva attorno al gesto che ti sfiora appena.”. La consapevolezza di essere solo di passaggio, e la capacità di dirlo con la minore paura possibile.

LEVANIA

 

Sono Loriana d’Ari, vivo a Genova, dove lavoro come psicoterapeuta. La passione per la poesia mi ha braccata a lungo, silenziosa. Mi attendeva a un varco, che oggi attraverso giorno per giorno.

Leggi anche

No Comment

Leave your thought